Protesi di spalla

Per il corretto funzionamento della spalla hanno un ruolo fondamentale i muscoli e tendini della cuffia dei rotatori, che fanno sì che la testa omerale rimanga accostata e centrata sulla glena e che il braccio possa elevarsi, abbassarsi e roteare. Le cause che possono portare ad un intervento di protesi di spalla sono molteplici. La più frequente è l’artrosi, che comporta la perdita delle cartilagini di rivestimento con conseguente scomparsa dello spazio articolare tra omero e scapola, oltre alla deformazione delle superfici articolari e alla formazione di osteofiti. Una causa dell’artrosi è l’invecchiamento, ma può essere favorita da danni all’articolazione come traumi o ripetute lussazioni di spalla. Una giusta indicazione all’impianto di una protesi di spalla è il dolore avvertito è intenso e mal controllabile, oppure quando i movimenti della spalla sono così compromessi da non consentire al paziente di svolgere le proprie attività quotidiane. Ovviamente ogni caso va esaminato e deve essere affrontato dall’ortopedico e dal paziente in maniera accurata. Gli obiettivi che ci si pone tramite l’impianto di protesi di spalla sono l’eliminazione del dolore ed il recupero dei movimenti dell’articolazione in maniera migliorativa.